INSALATA DI RISO CON MELE, NOCI E MONTE VERONESE

Ingredienti per 4 persone:

-          300 gr riso vialone nano

-          100 gr di monte veronese dolce

-          80 gr olio extravergine d’oliva

-          80 gr mele renette

-          50 gr prosciutto crudo

-          30 gr gherigli di noce

-          Succo di limone

-          Sale e pepe q.b.

Preparazione:

Cuocete il riso in abbondante acqua salata, scolatelo molto al dente e raffreddatelo velocemente. Tagliate il prosciutto a listarelle, le mele e il monte veronese a cubetti; unite il tutto al riso, in un insalatiera, con dei gherigli di noci. Preparate una citronette con limone, l’olio, il sale e il pepe e condite all’ultimo momento mescolando con cura. Decorate a piacere

Fichi grigliati al Prosciutto crudo

Ingredienti:

-      8 fichi grandi (verdi o neri)

-      8 fette di prosciutto crudo

-      8 rametti di timo

-      8 foglie di alloro

-      Olio extra vergine di oliva

-      Sale

-      Pepe bianco

Preparazione:

pulite delicatamente i fichi con un panno umido, facendo attenzione a no rompere la buccia, quindi avvolgete la base di ogni frutto con una fetta di prosciutto e fissatela con un rametto di timo, sul quale avrete infilzato una foglia di alloro. Ungete i fichi con un filo di olio e fateli grigliare (o cuocere in padella) a calore moderato, finché il grasso del prosciutto non sarà diventato traslucido. Salate, pepate e servite i fichi ben caldi.

SENZA COTTURA: Potete realizzare questa ricetta anche avvolgendo semplicemente i fichi con le fette di prosciutto, senza cuocerli alla griglia: saranno comunque deliziosi.

Radicchio al formaggio

Ingredienti per quattro persone: 3 cespi di radicchio di Verona; 250 grammi di formaggio Monte Veronese di media stagionatura; olio extravergine di oliva veronese, sale, pepe, zucchero, 2 spicchi d’aglio.

Esecuzione: pulire, lavare e asciugare i cespi di radicchio quindi tagliarli in quarti. In una capiente padella scaldare l’olio con i due spicchi d’aglio da togliere appena prendono colore. Adagiare nella padella i cespi di radicchio, regolare sale e pepe aggiungendo un pizzico di zucchero. Soffriggere per alcuni minuti avendo l’accortezza di girare i cespi finché non risulteranno appassiti. Disporre quindi sul radicchio il formaggio tagliato a listarelle, coprire la padella e ultimare la cottura a fuoco lento finché il formaggio comincerà a fondere. Servire caldo.

Gnocchi di Villa Bartolomea

Ingredienti:

-      500 g di patate farinose

-      500 g di fagioli secchi borlotti

-      1 uovo

-      250 g di farina bianca

-      1 cucchiaio di olio

-      Sale

Bollire le patate come da ricetta degli gnocchi. Bollire i fagioli, immergendoli in acqua fredda, salata, fino a cottura completa. Passare prima le patate allo schiacciapatate, poi i fagioli. Mescolate l’impasto ottenuto, aggiungere l’olio, l’uovo e procedere alla formazione di rotolini di impasto, della grossezza di un pollice, che verranno poi tagliati a dadi. Contro il rovescio di una grattugia per formaggio, premerli dando una spinta in avanti. Lasciare riposare gli gnocchi ben zigrinati almeno un’ora, coperti da un panno. Poi versarli in acqua bollente e con un colino raccogliere quelli che a mano a mano verranno alla superficie. In un tegamino, sciogliere, facendolo imbiondire, burro fresco in quantità tale da cospargere abbondantemente gli gnocchi bollenti. A volontà, aggiungere formaggio grattugiato di ottima qualità.
Questi gnocchi, che si gustavano fino all’anteguerra anche in trattorie della zona, oggi ritrovano grande interesse per la loro bontà e leggerezza. Possono essere condititi solamente con il burro (nella ricetta originale del 1911, come condimento, era indicato un pesto di lardo fresco, ben sciolto).