Le Pro Loco

Il termine Pro Loco risale al periodo della dominazione romana quando, questi crearono singole organizzazioni preposte a rendere attraenti ed accoglienti le località ubicate lungo le vie consolari, chiamandole Pro Loco. La prima Pro loco in Italia è nata nel 1881 a Pieve Tesino, in Trentino-Alto Adige, allora territorio dell’Impero Austro-Ungarico, per promuovere la bellezza del territorio, le professioni, le personalità, le specificità della terra, dell'ambiente e della natura circostante, rendendole, attrattiva turistico-culturale per viaggiatori e pellegrini dello Spirito.
Inizialmente le attuali Pro Loco si chiamavano “Comitati di cura” o “Società di abbellimento” e, secondo alcuni studiosi, esse traggono origine dalle” Badie”, dove la gente si radunava e alcune persone si interessavano alla gestione delle festività collettive.
Questa situazione la si trova anche al giorno d’oggi: in Italia attualmente le Pro loco sono migliaia e le attività di volontariato sono d’intervento turistico, sociale, culturale e sportivo. Le Pro loco di norma hanno sede nelle Municipalità prive di Aziende per il turismo; nel caso di comuni caratterizzati dalla presenza di frazioni, le Pro loco possono avere come sede la frazione di appartenenza e mantenere la propria competenza nell'intero Comune.
Particolare rilievo rivestono per lo sviluppo delle attività turistiche, in particolare per quel che concerne i prodotti tipici dell'enogastronomia e dell'artigianato locale, le tradizioni popolari, la tutela e la salvaguardia dei patrimoni storico-artistici, architettonici, culturali e ambientali.
Attualmente le Pro Loco ed i Consorzi situati nel territorio del Veneto sono iscritte ad un apposito registro regolamentato dalla Legge Regionale n.34 del 22/10/2014.
 

Gli organi:

L'organo rappresentativo è l'Assemblea dei soci composta da tutti i soci. L'Assemblea elegge il presidente e ha funzioni consultive e deliberative. L'organo amministrativo principale è il Consiglio di Amministrazione eletto dai soci tesserati e rinnovato secondo le direttive dello statuto sociale. Gli altri organi sono rappresentati dai Revisori dei conti e dal Collegio dei probiviri.

OBIETTIVI E SCOPI STATUTARI DELL’ ASSOCIAZIONE PROLOCO

L’ Associazione, senza fini di lucro, ha lo scopo di:

Riunire tutti coloro che hanno interesse allo sviluppo culturale, turistico e sociale della località;

Svolgere fattiva opera per organizzare turisticamente la località proponendo alle amministrazioni competenti il miglioramento estetico della zona e promuovendole iniziative atte a tutelare, valorizzare e far conoscere i valori naturali, artistici e culturali del luogo e della zona.

festaPromuovere e coordinare le iniziative (convegni; gite, escursioni, spettacoli pubblici, festeggiamenti, manifestazioni culturali, sportive e ricreative, fiere, mostre, e altro) che servono ad attirare e a rendere più gradito il soggiorno dei turisti e degli stessi abitanti.

Favorire la valorizzazione turistica, culturale, nonché salvaguardare il patrimonio storico artistico, culturale folkloristico ed ambientale della località.

Favorire attraverso la partecipazione popolare il raggiungimento degli obiettivi del turismo,

Sviluppare l’ospitalità e l’educazione turistica,

Stimolare il miglioramento delle infrastrutture e della ricettività alberghiera ed extralberghiera.

Preoccuparsi del regolare svolgimento dei servizi locali interessanti il turismo, svolgendo tutte quelle azioni atte a garantire la più larga funzionalità.

Assistere gli organi competenti sulla conduzione dei servizi pubblici e privati di interesse turistico e sociale.

Istituire l’Ufficio Informazioni e di Assistenza Turistica, con svolgimento nell’ambito del servizio stesso, di eventuali servizi a carattere pubblico che servano a rendere più gradito il soggiorno nella località.