IN GIRO PER CASTELLI

Partiamo per la nostra visita attraverso i castelli del Basso Veronese, da Nogarola Rocca. In questo paese, la rocca primitiva è dagli inizi dell’anno mille, incendiata nel 1233 viene riedificata, ancora più bella, da Lotario II. A pochi chilometri di distanza c’è Isola della Scala importante località da cui si poteva controllare il passaggio sul fiume Tartaro. L’antico castello viene eretto nel 1011, distrutto nel 1230 e poi riedificato.

Proseguendo il nostro itinerario, verso est si giunge a Salizzole dove spicca ancor oggi una imponente struttura a due torri collegate tra di loro. Il castello, costruito agli inizi del XII secolo, nel 1441 viene assediato e saccheggiato dai Veneziani. Attraverso il paese di Nogara e dirigendosi verso sud, nel comune di Gazzo Veronese, in località San Pietro in Valle, sorge El Ceson  giunto a noi come chiesa romanica la cui torre campanaria, dalla forma misteriosa, ricorda molto la torre di un castello. La tappa successiva è Sanguinetto per vedere, in centro al paese, lo splendido castello Scaligero oggi sede municipale, del teatro e della biblioteca. Il maniero donato nel 1377 dai Della Scala al condottiero Dal Verme, arrivato a noi attraverso mille peripezie, è in buon stato di conservazione.

A Legnago è rimasto solo un torrione a ricordare quanto fosse splendido questo centro abitato, qui c’era una delle fortezze più importanti del veronese e già dal 1200 sono documentati i vari scontri armati per la sua conquista. Superando il fiume Adige, si giunge a Terrazzo dove ancor oggi è ben visibile l’antica torre, che nella metà del 1200 ha subito, resistendo, le ire vicentine. La torre fa parte di un complesso di grandi dimensioni sottoposto, nei secoli, a continue variazioni.

A soli pochi chilometri, verso nord, c’è il paese di Bevilacqua con il suo maniero ben conservato, tutelato e visitabile su prenotazione. Il castello viene citato già nel 1336 ed aveva una funzione difensiva; ancora oggi è circondato da un ampio fossato e delimitato dal fiume Fratta. A poca distanza, infine, una delle più belle città fortificate d’Italia: Montagnana. La città è attorniata da una cinta muraria lunga 1950 metri difesa da 24 torri. È una delle mete turistiche di maggior richiamo dove si celebra, la prima domenica di settembre, un palio che riunisce 12 comuni del padovano.

Altri castelli vicini alla pianura veronese si trovano a: Zevio, Illasi, Soave e Villafranca Veronese.