Alloggio, ristoro e luoghi di svago

Alloggio:

Albergo Tolin ** via XX Settembre, 137 tel. 045 6615466

Albergo Tolin Dependance * via XX Settembre, 137 tel. 045 6615466

Agriturismo Antica Corte Cason via Cason, 12 tel. 045 7001292

Ristoro:

agriturismo cantonAgriturismo Antica Corte CasonRistorante Tolin via XX Settembre, 137 tel. 045 6615466

Agriturismo Antica Corte Cason via Cason, 12 tel. 045 7001292

Ristorante Al Ponte via Cà del Sale, 10 tel. 045 7000170

Ristorante La Casetta via Casetta, 10 tel 045 6615147

Trattoria Sofia via Giuseppe Baldo, 10 tel. 045 6615407

Trattoria Pasetto Elia via Crosarona, 1/A tel. 045 6615467

 

Trattoria Aio Anna via Della Repubblica, 20 tel. 045 7020389

Trattoria Pizzeria Barbieri Piazza Quattro Novembre, 33 tel. 045 6600235

 

Luoghi di svago:

Le cave di Ronco e Tombazosana

pesca sportivapesca sportiva dalla MariaDel resto, anche se completamente bonificato, il territorio di Ronco conserva ancora in località Valmarana e Foramella i cosiddetti sguazzi. Su un'area lunga tre chilometri e larga due e per circa cinquecento ettari i sguazzi sono in parte alimentati dall'affioramento della falda acquifera e in parte frutto dell'escavazione dell'argilla, presso cave abbandonate che non presentano opere umane al di fuori di capanni da caccia.
Il comune di Ronco all'Adige, posto sulla riva destra del fiume Adige, è caratterizzato dalla presenza massiccia di argilla per uso edilizio.
La forte richiesta di laterizi, iniziata negli anni 50 del secolo scorso, ha favorito il rapido sviluppo dell'attività di escavazione, generando molteplici laghetti con varie profondità per circa 500 ettari 10% del territorio comunale. Attualmente ci sono ancora 270 ettari che sono diventate zone di acquacultura, pesca sportiva o venatoria. In questo ambiente d'acqua, canneti, isolotti, cespugli e piante d'alto fusto a volte inaccessibili, è presente una ricca avifauna tipica delle zone umide: sono presenti falco di palude-airone bianco, cenerino, rosso-cormorano-martin pescatore-germano reale-marzaiola-folaga-gallinellad'acqua-svasso-cavaliered'italia- garzetta-tarabusino-picchio-cuculo-poiana e altri. E' un vero paradiso per gli amanti della fotografia naturalistica, anche se spesso le aeree sono private e recintate.
Proprio per la presenza di queste cave, fino a pochi anni fa Ronco poteva vantare, oltre ad una florida agricoltura (frutteti e ortaggi) ben dodici fornaci da laterizi con circa cento addetti l'una, risultando così uno dei centri più industrializzati della provincia. Ma nel frattempo lo strato d'argilla che ha costituito per il passato una fonte importante delle fortune di questo Comune è andata via via verso l'esaurimento, mentre altri problemi relativi alla ricomposizione ambientale delle vecchie cave e all'apertura di nuove hanno reso critica la situazione.
Apprezzabile è il laghetto immerso nel verde che con servizio bar e possibilità di picnic oltre che pesca sportiva riserva agli appassionati momenti di relax a contatto con la natura.
 
Pesca sportiva dalla Maria
Via Corso 11 – Ronco All’Adige tel. 3457678758 www.siluromania.it/dallamaria.html