Tipicità

RISOTTO CON LE CICHE

logo risottoSi è voluto cercare quale fosse il piatto tipico che si mangiava a Buttapietra e da una ricerca fatta dagli alunni delle scuole elementari, insieme alle loro maestre, chiedendo a nonni e bisnonni, è emerso che in molte famiglie di Buttapietra e limitrofi si usava fare il risotto con la carne di manzo tagliata a pezzettini. Ognuno lo faceva a modo suo, non c'era una ricetta vera e propria, si sapeva solo che la base per questo piatto era la carne di manzo. Da qui la necessità di elaborare una ricetta. E qui vi proponiamo la più utilizzata:

Ingredienti per 4 persone:

400 gr di riso Vialone Nano

1 litro di brodo

180 gr di carne manzo

30 gr di burro

60 gr di formaggio grana grattugiato e profumato con cannella

1 bicchiere di vino rosso

1 spicchio d'aglio

1/4 di cipolla, salvia, rosmarino, pepe, sale quanto basta.

Preparazione:

Rosolare il burro e buttare la carne di manzo macinata grossolanamente o tagliata a dadini cuocere per qualche minuto a fuoco alto.
Aggiungere il vino rosso, la cipolla, l'aglio tritati, la salvia e il rosmarino legati con dello spago, regolare di sale e pepe quindi terminare la cottura a fuoco lento.
Cuocere il riso nel brodo, a fine cottura aggiungere il ragù di carne, quindi mantecare con il formaggio grattugiato profumato con cannella e servire.
Le ciche deriva dai mozziconi di sigarette. Chi fumava ai tempi dei nostri nonni, le sigarette usava farsele da sé, difficilmente se le comperavano già fatte. Quel che rimaneva del pezzettino finale di ogni sigaretta lo mettevano da parte e così, quando avevano tanti mozziconi a sufficienza, potevano fare un'altra sigaretta. Una volta non si buttava via niente, neanche le cicche di sigarette. La stessa cosa avveniva con il manzo, quello che rimaneva attorno all'osso e tutti i ritagli dei vari pezzi di carne veniva usato per fare il ragù per il risotto. Questo era considerato il piatto della domenica o delle feste perché la carne di manzo era considerata qualcosa di pregiato e non era possibile averne sempre a disposizione. Oggi non si usano più i ritagli, ma si cerca di mantenere la forma della tradizione tagliando la carne grossolanamente“
 

Concorso gastronomico cuoco d'oro e risotto con le cicche

Il concorso gastronomico “Cuoco d’Oro di Buttapietra”, organizzato dalla Pro Loco, vede la competizione tra alcuni ristoranti locali che si sfidano a suon di “RISOTTO CON LE CICCHE”, piatto storico di Buttapietra e piatti realizzati con prodotti tipici locali, per contendersi il titolo di CUOCO d’ORO.
La serata di gara prevede che i cuochi, dei vari ristoranti, si sfidino in un’unica cucina e che la stessa giuria di assaggiatori assegni le preferenze su delle schede precedentemente vidimate. I piatti si presentano alla giuria completamente anonimi e indicati da un numero.
 

ANIMALI DA CORTILE

il pollaioIl pollaio è un minuscolo zoo con i suoi nidi, i trespoli per le galline, le gabbie appese per i conigli. Luogo carico di fascino per determinati eventi come la schiusa delle uova, l’ultima nidiata della coniglia, l‘azzuffarsi tra i galli e la gioia di raccogliere le uova deposte coscienziosamente, nelle apposite cassette, dalle galline e quelle sparse in qualche angolo del pollaio dalle anatre.
I prodotti del pollaio, dove il gallo si fa ammirare, dove le galline razzolano libere e tranquille, dove le anatre girano dondolanti e i conigli chiusi in gabbia ti osservano timidi, sono il simbolo della genuinità.
Non tutti possono permettersi di possedere un pollaio, sia per lo spazio, sia per la convenienza economica perché un pollaio non può rispondere ai criteri di produzione industriale, ma il piacere di poter allevare degli animali a carni bianche e rosse, di usufruire delle uova deposte da galline e anatre, è incomparabile rispetto a quello che può acquistare nei supermercati.