Tipicità

Piatto tipico: costata di manzo ai ferri

Prodotto tipico: carne di manzo, faraona

faraonaNel mese di settembre, la prima domenica, in occasione della festa patronale di San Zeno a Roverchiara si tiene la “Festa della Costata Doc” con stand enogastronomici, serate danzanti e mostre. Nell’occasione si può degustare ottime costate di manzo di produzione italiana garantire dal marchio “Azove”.
La costata di manzo è un tipo di bistecca, solitamente cotta sulla griglia la cui carne proviene dal taglio del costato del bovino. La costata a differenza della “fiorentina” contiene anche parte del muscolo e per questo motivo tende se troppo cotta a diventare piuttosto dura.
Verona, da sempre terra di grandi aziende agricole, trova nella zootecnica allevamenti di bovini altamente qualificati per la qualità delle carni.
La scelta di razze appropriate alle condizioni ambientali ed alimentari, permette di allevare animali in grado di fornire i prodotti richiesti dal consumatore che, nello specifico, sono carni scelte, magre, gustose e digeribili. La carne di vitellone è quella di maggior pregio perché più nutriente e gustosa. Stessa cosa si può dire per quella di manzo, trattandosi in entrambi i casi di animali giovani con i medesimi caratteri nutrizionali ed organolettici
Nel mese di luglio a Roverchiaretta in occasione della Festa della Madonna del Carmine dove vengono allestite mostre e stand enogastronomici si può degustare la faraona ai ferri ottimo prodotto e poco consumato ma che grazie ai numerosi allevamenti presenti nel territorio locale sta pian piano prendendo mercato.
E' allevata e apprezzata per la sua ottima carne già dai Greci e poi dai Romani. Sembra sia scomparsa a seguito delle invasioni barbariche e reintrodotta in Europa nel Medio Evo dai Portoghesi.
Animale molto timido e sospettoso, tradizionalmente allevato in Veneto, Emilia-Romagna e Lombardia.
L'allevamento della faraona è principalmente rivolto alla produzione di carne che ha caratteristiche organolettiche simili a quella del fagiano.