Itinerari e luoghi naturalistici

Parco Naturale protetto del Tione Tartaro

Il fiume Tione a Mozzecane ridIl fiume Tione a MozzecaneIl Parco fluviale è oggi un progetto in fase di realizzazione che interessa in maniera altamente significativa il territorio della Media e Bassa pianura veronese fino alla naturale confluenza dei due fiumi all’interno del sistema navigabile del Fissero - Tartaro- Canal Bianco.
Il Parco Regionale Fluviale del Tartaro e del Tione diviene in tal modo la sesta Zona Protetta della Regione del Veneto. Il Tione delle Valli, lungo il cui corso si allinea la cinta murata del Castello di Villafranca, discende lungo la pianura attraversando Mozzecane, Nogarole Rocca, Erbé, nel cui attuale Centro Storico si colloca, in posizione prospiciente al fiume, l’antica ed importante pieve di Santa Maria Novella di Erbedello, risalente all’XI-XIIsecolo. Prosegue per Sorgà, testimoniando il ruolo che il Tione ha storicamente svolto nell’economia dell’area con la presenza dell’importante sistema di prese idrauliche di Pontepossero.
Scende ancora verso Sud sfilando, nella sua porzione terminale, accanto all’imponente Basilica di S. Pietro in Valle, per poi confluire nel Tartaro in corrispondenza con la “Palude del Busatello”, significativo Sito a valenza naturalistica, oggetto di uno specifico piano Ambientale, allo stato attuale già operante.
Il Tartaro nasce, a Nord, dal sistema dei Fontanili presenti nei Comuni di Povegliano, Castel d’Azzano e Vigasio e discende, consolidandosi, attraverso tutto il territorio di Isola della Scala, dando così origine ad un importante sistema di paludi e sguazzi che, in passato e prima delle bonifiche effettuate, ha pienamente giustificato il nome di “Isola” fortificata, sotto la potestà scaligera, assegnato all’attuale territorio comunale.
Gli obiettivi ecologici prevedono la valorizzazione e l'evoluzione spontanea delle specie arboree quivi insediate, il mantenimento degli ambienti naturali, anche in funzione di habitat di rifugio e ripopolamento della fauna; l'incentivazione alla ricostituzione di boschetti sui terreni agricoli prossimi al corso d'acqua o negli antichi corsi del fiume; la valorizzazione dei pioppeti; il controllo qualitativo delle acque; la valorizzazione e la salvaguardia delle risorgive, delle paludi, degli sguazzi, dei paleoalvei, anche attraverso la progressiva riduzione dell'area coltivata. In questo nuovo Parco sarà possibile organizzare attività didattiche attraverso percorsi ciclabili, pedonali ed equestri lungo l'argine, recuperando inoltre quegli 'storici' sentieri che valorizzino l'interconnessione tra fiume e beni artistici - chiese e siti archeologici - . In previsione logica, aree di sosta attrezzate con tabellonistica a specifico riferimento per monumenti e luoghi d'ambientazione storico-culturale presenti nell'area e punti di osservazione della fauna opportunamente attrezzati; inoltre verrà incentivato lo sviluppo dell'agriturismo anche tramite il recupero di strutture e manufatti storici come antichi mulini, corti rurali, antichi casoni.
 

Mercato settimanale

DOVE: via della Repubblica
GIORNI: giovedì
ORARIO: dalle 7.30 alle 12.30
 

Luoghi da visitare:

  • Chiesa parrocchiale intitolata ai Santi Pietro e Paolo
  • Chiesa parrocchiale di Tormine intitolata a sant’Antonio Abate
  • Chiesa intitolata a San Lorenzo frazione Grezzano
  • Villa Ciresola (sede biblioteca)
  • Chiesetta di San Zeno
  • Villa Vecelli-Cavriani
  • Villa Canossa – frazione Grezzano
  • Palazzo Brenzoni
  • Palazzo Rizzo Miniscalchi

Luoghi naturalistici:

  • Pista ciclabile da Grezzano a Tormine
  • Passeggiata nel Parco comunale

Luoghi acquisto prodotti tipici:

  • Azienda Agricola Marconi via delle Risorgive n. 85 - Tel. 0457930246

v Pro loco cell. 3383610148