Antipasti

Gli antipasti, a dire il vero, non fanno parte della tradizione culinaria veronese in quanto era già un lusso mettere in tavola un primo e un secondo. Prima del pranzo si stuzzicava l’appetito, che non mancava mai, bevendo brodo di carne appena fatto e corretto con vino rosso; a volte appariva qualche fettina di polenta con l’immancabile salame o con il lardo battuto. La giardiniera era la regina degli “antipasti” con cipolline. Nelle osterie l’aperitivo era accompagnato da “ovi duri”, nervetti con la cipolla, trippe in brodo e “codeghe con i fasoi”. La “renga con la polenta” rappresentava, in alternativa a polenta e salame, una colazione ideale. 

Fichi grigliati al Prosciutto crudo

Ingredienti:

-      8 fichi grandi (verdi o neri)

-      8 fette di prosciutto crudo

-      8 rametti di timo

-      8 foglie di alloro

-      Olio extra vergine di oliva

-      Sale

-      Pepe bianco

Preparazione:

pulite delicatamente i fichi con un panno umido, facendo attenzione a no rompere la buccia, quindi avvolgete la base di ogni frutto con una fetta di prosciutto e fissatela con un rametto di timo, sul quale avrete infilzato una foglia di alloro. Ungete i fichi con un filo di olio e fateli grigliare (o cuocere in padella) a calore moderato, finché il grasso del prosciutto non sarà diventato traslucido. Salate, pepate e servite i fichi ben caldi.

SENZA COTTURA: Potete realizzare questa ricetta anche avvolgendo semplicemente i fichi con le fette di prosciutto, senza cuocerli alla griglia: saranno comunque deliziosi.

INSALATA DI RISO CON MELE, NOCI E MONTE VERONESE

Ingredienti per 4 persone:

-          300 gr riso vialone nano

-          100 gr di monte veronese dolce

-          80 gr olio extravergine d’oliva

-          80 gr mele renette

-          50 gr prosciutto crudo

-          30 gr gherigli di noce

-          Succo di limone

-          Sale e pepe q.b.

Preparazione:

Cuocete il riso in abbondante acqua salata, scolatelo molto al dente e raffreddatelo velocemente. Tagliate il prosciutto a listarelle, le mele e il monte veronese a cubetti; unite il tutto al riso, in un insalatiera, con dei gherigli di noci. Preparate una citronette con limone, l’olio, il sale e il pepe e condite all’ultimo momento mescolando con cura. Decorate a piacere

Radicchio al formaggio

Ingredienti per quattro persone: 3 cespi di radicchio di Verona; 250 grammi di formaggio Monte Veronese di media stagionatura; olio extravergine di oliva veronese, sale, pepe, zucchero, 2 spicchi d’aglio.

Esecuzione: pulire, lavare e asciugare i cespi di radicchio quindi tagliarli in quarti. In una capiente padella scaldare l’olio con i due spicchi d’aglio da togliere appena prendono colore. Adagiare nella padella i cespi di radicchio, regolare sale e pepe aggiungendo un pizzico di zucchero. Soffriggere per alcuni minuti avendo l’accortezza di girare i cespi finché non risulteranno appassiti. Disporre quindi sul radicchio il formaggio tagliato a listarelle, coprire la padella e ultimare la cottura a fuoco lento finché il formaggio comincerà a fondere. Servire caldo.